E se non so cosa scrivere? Come creare articoli, post per Facebook e per altri social

Cosa scrivere se c’è il “blocco dello scrittore”?

Tu e tutti quelli  che gestiscono gli articoli di un blog, i post di una pagina Facebook o di un altro social, prima o poi si trovano a porsi la fatidica domanda: cosa scrivo adesso? Questo problema di solito e causato dal non riuscire a scegliere l’argomento di cui parlare tra la moltitudine di cose di cui si potrebbe scrivere; quindi è come essere davanti al bancone di una pasticceria ed avere l’imbarazzo della scelta. Ti diamo degli spunti per sbloccarti subito:

Ispirati osservando il mondo che ti circonda

Ecco alcuni suggerimenti raccolti dai siti dei più famosi copywriters (alcuni suggerimenti sono  nostri 😃).

fai ricerche su internet, leggi e prendi ispirazione perchè le connessioni sono dovunque (Brian Clark – Copyblogger.com)

E’ la soluzione più semplice; cercare informazioni ed argomenti utili sul web, che siano pertinenti con l’argomento di cui stai scrivendo. Costruire con i dati raccolti da varie fonti un testo che sia utile alla tua “target audience”, cioè la tipologia di utente a cui ti rivolgi.

E’ un’attività semplice da fare:

  1. vai su Google
  2. scrivi una parola o frase che hanno a che fare con la tua attività
  3. spulcia i risultati alla ricerca di domande, risposte e idee
  4. crea un collage di argomenti ed ecco che sai di cosa scrivere

Vuoi scrivere articoli vincenti, condivisi e commentati? Ricorda che l’“how to do” è sempre molto apprezzato dai lettori. (David Ogilvy)

Il “come fare a”  o “how to” rientra nella categoria di contenuti creati per “risolvere il problema”. Se per tua esperienza o cercando su internet sai che ci sono problemi mal risolti o addirittura non affrontati che affliggono la tua target audience, scrivi una serie di post per risolverli.

Ad esempio per cosa scrivere su una pagina Facebook:

  1. un primo post generico che richiami il problema e i suoi effetti
  2. post successivi più specifici su ogni punto richiamato nel post generico (tirala lunga, ma senza essere logorroico o inutile)

Tutti amano una buona storia. Le “buone” storie possono portare i lettori a fare azione (James Chartrand – menwithpens)

Lo Storytelling è sempre una scelta vincente. Che la storia sia tua o di qualcun altro, che sia semplice o complessa,  se contiene il messaggio che vuoi dare, puoi usarla; un successo dell’attività, un’ambizione, un racconto istruttivo da mettere in parallelo con il messaggio della pagina. Se sai raccontare le storie hai molte frecce al tuo arco.

Gli argomenti sono nascosti nei commenti (Publidesign ed altri)

Non c’è cosa migliore  che scrivere un bel post per rispondere ad un commento o una domanda fatta dagli altri. Ad esempio il commento di un post precedente su Facebook. In questo caso ricorda che:

  1. devi selezionare la tua “target audience” (se vuoi approfondire puoi leggere l’articolo Guida alla Lead Generation )
  2. devi rispondere alla richiesta senza girarci troppo intorno
  3. devi guidare l’utente nell’approfondire su altri contenuti

Ricordati sempre che è per lavoro

Anche se sembra scontato dirlo, tutti i post e articoli che scrivi hanno lo scopo di promuovere in qualche modo la tua attività. La fonte da cui trai ispirazione non è particolarmente importante, l’importante è tu riesca a ricollegarlo a quello che fai. Ad esempio i post su Facebook, secondo molti Copywriter, dovrebbero avere le seguenti caratteristiche:

  • Titolo che genera uno stato d’animo (curiosità, preoccupazione, felicità, ecc.); per cui invece di scrivere “Pollo fritto buonissimo” puoi scrivere “Perché il nostro pollo è così buono?” (dalla pagina facebook di KFC Italia)
  • Bella immagine d’impatto; a parte foto di cani, gatti, cibo e sesso che dovresti evitare (salvo che tu lavori in uno di questi settori), essendo Faceboook un social dove la gente scorre la propria bacheca senza leggere, in attesa di qualcosa che attragga la loro attenzione, l’immagine è la prima cosa che colpisce.
  • Messaggio breve e link all’articolo; quasi nessuno legge più di due o tre righe di un post, non sprecare tempo a scrivere dei temi su Facebook. Metti un link al contenuto che si troverà sul tuo sito

Hai trovato questo articolo interessante e utile? Per approfondire puoi iscriverti alle nostre newsletter oppure contattaci per conoscere i nostri servizi di consulenza e formazione.

Hai letto:

Cosa scrivere su Facebook

Rispondi