Quanto costa un sito web professionale? Capire quanto spendere e perché.

Il costo di un sito internet professionale può essere vista in due diversi modi: una spesa oppure un investimento. Nel primo caso probabilmente  acquisti qualcosa che serve solo a soddisfare la tua voglia di averlo. Nel secondo caso vedi il sito internet come uno strumento professionale per supportare la tua attività commerciale e aziendale. Ecco alcune indicazioni sul costo che dovrebbe avere un web site professionale (sviluppato da professionisti e non da parenti o amici), derivate dalle nostre esperienze.

  1. Quanto costa un sito internet professionale
  2. Cosa deve fare un sito web professionale
  3. Quanto spendere per un sito internet professionale: alcuni consigli
  4. 2019 → il bando che paga il 50% del tuo sito (a fondo perduto)

Quanto costa un sito internet professionale?

Perchè vuoi fare un sito web? Questa è la prima e più importante domanda a cui devi rispondere.

Facciamo un esempio riferito al mondo delle automobili. Quanto costa comprare un’automobile? La risposta più ovvia è: “dipende da che tipo di auto vuoi comprare”. Lo stesso vale per il sito web creato da una Web Agency professionale: “dipende da che sito vuoi avere”; quindi dipende a cosa ti serve il sito.

Sito istituzionale

Il “sito istituzionale, detto anche “sito vetrina“, è di solito il  meno impegnativo a livello economico. Questo perché ha una struttura piuttosto limitata e dei contenuti abbastanza stabili nel tempo. Richiede uno studio piuttosto superficiale perché il suo scopo è semplicemente “esserci”. Non ha pretese comunicative o una particolare strategia di marketing. Solitamente è composto da una decina di pagine. Si sta diffondendo la tendenza al sito mono pagina che sviluppa i contenuti in verticale (es. http://www.cimadelpomer.it/), questo perché  si preferisce  una pagina con pochi contenuti assemblati, piuttosto che tante pagine mezze vuote. Un sito di questo tipo può costare di solito tra i 1.500 e i 3.000 euro. Le tue aspettative verso questo tipo di sito devono essere minime.

Sito promozionale

Quello “promozionale” di prodotti/servizi/brand richiede uno studio di marketing più approfondito, perché di solito le aspettative sono maggiori ed a breve termine (6/12 mesi). In questo caso la strategia comunicativa del sito è centrale. Il numero di pagine non è più importante, perché ogni singola pagina viene studiata e costruita per ottenere lo scopo di “fare promozione”. Si crea solitamente un funnel (imbuto) di vendita per portare chi naviga a fare determinate azioni. Il costo di questo sito è superiore al precedente perché richiede un maggior studio e creazione di contenuti significativi. Può costare di solito tra i 3.000 e i 7.000 euro (buona parte spesi in strategia e contenuti).

E-commerce

L’E commerce è una soluzione più onerosa, in termini di denaro e di tempo dedicato (caricamento prodotti, gestione ordini, supporto clienti, ecc.). Molti non hanno capito che aprire un E commerce è come aprire un negozio. Allestire la piattaforma di commercio elettronico richiede molto più lavoro tecnico di un sito normale. C’è poi tutta la parte normativa e burocratica che richiede competenze tecniche, legali e di produzione contenuti (es. condizioni di vendita, privacy, metodi di pagamento, policy dei resi, ecc.). Il negozio on line va riempito di prodotti e servizi, cosa che di solito impegna parecchio tempo (soprattutto se si vuol fare un buon lavoro).

Visto l’investimento per creare la piattaforma e popolarla di prodotti, le tue aspettative saranno piuttosto alte. E’ indispensabile avere una solida strategia di comunicazione sia nell’eCommerce, che sui  principali canali di visibilità (Google, Facebook, pubblicità, ecc.). Un eCommerce semplice, professionale e ben fatto, ti costerà in media tra i 6.000 ed i 9.000 euro. Tieni presente anche i costi di promozione per far arrivare i clienti (proprio come un negozio vero) e quelli della persona che lo dovrà gestire. Ti consigliamo di pensarci bene prima di lanciarti in questo tipo di impresa. A tal proposito puoi leggere questo post dedicato a Come creare un Ecommerce che funziona punto 1 di 10

Cosa deve fare un sito web professionale

I costi indicati sopra sono una semplificazione grossolana. Nella realtà il costo del sito è determinato principalmente ad alcuni importanti fattori:

  • i tuoi obbiettivi economici (l’investimento sarà proporzionale al risultato che vuoi raggiungere)
  • professionalità e correttezza della Web Agency (non tutte le agenzie si approcciano con onestà professionale, proponendo solo quello che ritengono utile per i loro clienti)
  • concorrenza e dimensione del mercato di riferimento (più c’è concorrenza, più è ampio il mercato, maggiori saranno gli sforzi per far risaltare la comunicazione del tuo sito e diverse saranno le lingue da analizzare e gestire)


A nostro avviso i siti web non sono vendibili a pacchetto. Proprio come per l’acquisto di un’automobile, il venditore deve conoscere gli obbiettivi e necessità dell’acquirente; così da potergli vendere quella più adatta e farlo felice.

Quanto spendere per un sito internet professionale: alcuni consigli

Ecco alcuni consigli che ti diamo, così potrai scegliere con maggiore serenità quanto spendere per fare il tuo sito web professionale:

    • Fai un elenco delle funzionalità e scopi che deve avere
    • Chiedi all’agenzia web che ti fa il preventivo di analizzare prima le tue esigenze e il tuo mercato
    • Fatti fare più di un preventivo e chiedi che ti venga spiegato
    • Verifica che il preventivo soddisfi l’elenco (punto 1)
    • Paga un soggetto terzo per farti fare un “capitolato d’appalto” per il sito (spenderai un po’ di più, ma così potrai avere preventivi confrontabili)
    • Non fidarti di chi ti vende il sito senza fare i contenuti, perché tu sei un esperto del tuo lavoro, ma comunicare sul sito è un altra cosa
    • Segui qualche corso di formazione sul web marketing (anche gratuito), sapere qualcosa di più su quello che compri non fa mai male

2019 → il bando che paga il 50% del tuo sito (a fondo perduto)

Se devi rifare il sito, questo è l’anno buono!

La camera di commercio ha stanziato un fondo, che rimborsa il 50% delle spese sostenute per la costruzione di un nuovo sito o un eCommerce. Vale solo per gli investimenti effettuati nel 2019 e la presentazione è fissata per dicembre. Se vuoi maggiori informazioni e vuoi conoscere la nostra proposta collegata al bando, contattaci senza impegno.

Se hai trovato questo articolo interessante condividilo. Ti consigliamo di leggere l’articolo “Cos’è una Web Agency” per capire chi è il tuo fornitore

Se vuoi incontrarci per valutare la possibilità di creare il tuo sito non esitare a contattarci.

Hai letto Quanto costa un sito web professionale

Showing 2 comments
  • Matchoffice
    Rispondi

    Mi sembra che gli acquisti vengano effettuati più sui social network che su un sito Web. Ad esempio, vedi le statistiche:
    https://www.retaildive.com/news/study-more-than-half-of-consumers-have-purchased-through-social-media/522012/
    Quindi, la domanda è: abbiamo bisogno di un sito Web nel 2020?

    • admin
      Rispondi

      Sicuramente i Social sono molto utilizzati, allo stesso tempo sono dispersivi, in una strategia completa il sito web non dovrebbe mancare.
      Attraverso il sito posso collegare una serie di strumenti che mi aiutano a conoscere i miei potenziali clienti, oppure a fare mirare la mia pubblicità verso il target raccolto attraverso il web.

      Inoltre i social vanno presidiati spesso, mentre un sito web con un blog continua a crescere nel tempo e continua a vendere o a fornire dati e contatti.

      La risposta per noi è, si potrebbe fare a meno di un sito web, ma è come avere un motore in meno rispetto ad un competitor che invece lo utilizza.

Rispondi